mercoledì 16 novembre 2011

EMPOWER YOUR VISION



Si è svolta a Riccione presso hotel Corallo la seconda edizione di "Empower your vision" meeting sulla fotografia professionale indetto dalla Photosì, incontro articolato in due giorni intensi pieni di spunti e soluzioni per i professionisti della fotografia.
Per impegni lavorativi non abbiamo potuto assistere al primo giorno, ma abbiamo optato al secondo giorno dove le argomentazioni rispecchiavano la nostra realtà.
Abbiamo approfittato di questa piccola trasferta per arrivare prima sul posto e fare un saluto veloce al giovanissimo pilota Marco Simoncelli scomparso poche settimane fa durante una gara motociclistica.
La giornata dell'evento è iniziata subito con argomenti validi presentati da Davide Cavalieri General manager cavalieri retailing - costumer experience & amp; costumer satisfation, che ha puntato il suo discorso sulla parte espositiva dello Studio dividendo in 4 categorie differenti ma sempre ben delineate e curate per avere un maggior ritorno dal nostro cliente.
La prima impressione è stata quella che sia da parte di Cavalieri che della Photosì di allontanare il concetto di laboratorio fotografico stile anni 80 dove il cliente non si rispecchia più ma, dare un senso professionale al nostro ambiente proiettato ad una fotografia più di livello, siamo felici di essere su questa strada.
Nello stesso contesto siamo riamasti molto perplessi di come si è data tanta importanza all' ambiente per narrare e condire il cliente ma non c'è stato cenno alcuno per quanto riguarda la strutturazione del servizio stesso, nonché di tutto ciò che serve oggi per rinnovare e amplificare il servizio, cosa che riteniamo importantissima e dove ancor di più il nostro cliente deve vivere con noi un esperienza ( possibilmente unica) che farà di noi la vera differenza.
Ci imbattiamo su questo concetto perché già da diversi anni nel settore matrimoni abbiamo inserito nuove proposte che coinvolgono gli sposi e tutti gli ospiti ( per maggiori info sui nostri prodotti vedi wedding day) facendoli vivere con noi il nostro lavoro e lasciando un segno che li potrà sicuramente a ricordarsi di noi.
Infatti pensiamo che la parte del design di interni dello Studio oggi è quasi "scontato"cioè non si può più lasciare al caso o limitarsi al minimo indispensabile, ovviamente rispettando le possibilità di spesa che i diversi Studi ed attività possono affrontare, anche il livello fotografico della maggior parte dei fotografi professionisti si è alzato e se non vogliamo cadere nel "normale" abbiamo il dovere di lavorare sul servizio sopratutto in occasioni come il matrimonio dove abbiamo 100 e più persone che potrebbero diventare dei nostri nuovi clienti oltre a mostrare i nostri lavori (su questo concetto abbiamo riscontrato un po di contraddizione semplificando molto la parte professionale e responsabile che deve avere un fotografo per sostituirla con solo la parte fantasiosa tale che un qualsiasi dilettante possa improvvisarsi professionista).
Questo non vuol dire di non aver apprezzato Cavalieri, anzi lo ringraziamo perché alcuni nostri cambiamenti derivano dal suo insegnamento.
La seconda parte dell'incontro è stata tenuta da uno dei simboli italiani della fotografia di matrimonio...Flavio Bandiera, che  l'anno scorso ci aveva sorpreso per l'eleganza, la passione e non ultimo la sicurezza di un veterano, una persona che a portato la sua fotografia ad un livello altissimo.
Abbiamo apprezzato tantissimo l'anno scorso gli insegnamenti proposti, le idee e sopratutto il confronto con la sua fotografia dove nonostante le grandi differenze di location o tipologia di clientela ci rispecchiavano in pieno.
Quest'anno invece tutto questo purtroppo non è accaduto, il suo discorso del giro "panoramico" dell'Italia ci è piaciuto limitatamente perché le immagini viste sono disponibili anche sul suo blog, quindi anche se il significato dell'apertura del suo spazio è stata "dall'occhio al cuore" per noi non è stato sufficiente, in quanto avrei potuto prendere spunti ed imparare ( o anche copiare) qualche suo scatto senza dovere andare fino a Riccione, da lui personalmente ci aspettavamo molto di più, anche i retroscena di cui ci ha parlato non ci sono nuovi, perché  comunque facciamo lo stesso mestiere sappiamo bene anche le problematiche che ci possono capitare.Sembrava quasi che dovesse riscuotere applausi che comunque gli sono già dovuti come se la sicurezza di cui lui è padrone la cercasse tra il pubblico di noi presenti acclamandosi come un divo.
Un altro punto a suo sfavore è stato farci rivedere per l'ennesima volta 2 matrimoni già molte e molte volte riproposti dove non siamo riusciti a capire se l'autore è talmente affezionato a questi o non ha altro materiale da poterci proporre dopo un anno perché personalmente noi umili umani tra una stagione ed un altra abbiamo messo da parte circa 100.000 scatti di matrimoni...sicuramente non tutti in posti da mille e una notte.
A contornare tutto questo un video di backstage dove Flavio e il suo team con un camper ha fotografato 2 matrimoni, anche a questa parte non siamo riusciti a dare un perché a parte la palese sponsorizzazioni di molti prodotti fotografici e affini utili ad alimentare un processo mediatico a suo riguardo al fine di acquisire ancor più notorietà di quel che già ha, e poi la triste visione di un rapporto tra colleghi stile anni 80 dove c'è il protagonista davanti e dietro i portaborse....non ci siamo proprio!!!!
Ha dimostrazione di questo è stato il contest effettuato il giorno prima tra i tre protagonisti del meeting Bandiera, Beckstead e Bambi, che ha noi professionisti non ha portato nulla tranne vedere versioni diverse di bellissimi lavori.
Noi crediamo che queste personalità in questi eventi debbano portare un valore aggiunto per consegnare un briciolo del loro sapere.
Dopo un mediocre pranzo al microonde stile 4 stelle siamo tornati in sala dove ci aspettava un grandissimo personaggio della fotografia mondiale matrimonialista, David Backstead.

David ci è piaciuto molto una persona innanzitutto semplice che prima di iniziare scherzava  e fotografava divertito i presenti, ci ha stuzzicato sapientemente, ci ha raccontato un sacco di cose personali,  ci ha mostrato chi è cercando di insegnarci a trasmettere questo ai nostri clienti mostrandoci il più aperti possibili basando il dialogo su consigli ben saldi e forti attuabili da tutti partendo dalla naturalezza delle cose, una delle regole che credo abbia cercato più di tutte di trasmetterci è sperimentare senza avere paura di sbagliare, provare e riprovare senza nessun timore, di questa teoria ne ha fatto la sua forza rompendo le regole basi della fotografia e del matrimonio e mescolandole insieme in splendide fotografie, ma non solo questo ci ha mostrato David ma ci ha insegnato a mescolare i due stili fotografici che amiamo di più il matrimonio e il fashion, il tutto fuso nell'architettura collezionando immagini sensazionali in giro per tutto il globo, proprio così lui si muove conosce fotografi ed insieme organizza test nel solo nome del divertimento e della passione solo per il gusto di farlo. Sue parole " se non sbagli vuol dire che non stai facendo niente di nuovo stai solo facendo il compitino senza sperimentare o approfondire" questo il concetto.
David ci ha conquistato è stato simpatico ed esaustivo lasciandoci dei punti importanti su cui riflettere ma sempre con un velo di simpatia che lo ha reso ancora accattivante a tutto il pubblico.
Infine abbiamo assistito al intervento di Bambi un altra eccezionale fotografa ma che possiamo dire poco su di lei perché purtroppo per colpa di altri impegni non abbiamo potuto sentire, ci dispiace speriamo ci sia un altra occasione perché crediamo fortemente che la sua fotografia è di livello.
La nostra giornata con Photosì è terminata ringraziamo questa azienda per ciò che ha creato e per i consigli che può darci oltre alla struttura d'appoggio per migliorare la nostra azienda, siamo stati felici di aver partecipato e speriamo di poterlo rifare anche l'anno prossimo perché il confronto è l'anima del nostro lavoro...e speriamo anche noi di poter aver dato qualche spunto critico per ottimizzare.

Was held in Riccione, hotel Corallo, the second edition of "Empower your vision" meeting on professional photography, meeting organized by the Photosì articulated in two intense days filled with ideas and solutions for professional photography. For working commitments we couldn't attend the first day, but we opted on the second day where the arguments reflected our reality. We took advantage of this little trip to arrive first in place and do a quick salute to the young rider Marco Simoncelli disappeared a few weeks ago during a motorcycle race. The day of the event began immediately with valid arguments presented by David Knights General manager Knights retailing-customer experience & amp; customer satisfation, who has focused his speech on the exposition of the study into 4 different categories but always well outlined and detailed to have a greater return from our reviews. The first impression was that both by the Knights of Photosì of dismiss the concept of photo lab 80 style where the customer no longer reflected but, give meaning to our professional environment projected to a photograph more than level, we are happy to be on this road. In the same context we riamasti very puzzled how you are given so much importance to the environment to narrate and season the client but there was no mention regarding the structuring of the service itself, and everything you need today to renew and boost the service, which we consider very important and even more our client must live with us an experience (possibly only) that will make us the real difference. We encounter on this concept because for many years in weddings we have included new proposals involving the newlyweds and guests (for more info on our products see wedding day) making them live with us in our work and leaving a sign that they will surely remember us. In fact we think that the part of the interior design of the study today is almost "assume" that you can no longer leave the case or be limited to a minimum, of course respecting the possibility of expenditure that several studies and activities may address, also the photographic level of most professional photographers got up and if we do not want to fall into the "normal" we must work on the service especially in occasions like marriage where we have 100 and more people who could become our new customers in addition to showing our work (on this concept we have encountered a bit of contradiction simplifying very professional and responsible party who must have a photographer to replace it with just the fanciful tale that any amateur can be improvised professional). This isn't to say that I appreciated Knights, rather thank him because some of our changes arise from his teaching.

The second part of the meeting was held by one of the symbols of Italian wedding photography ...Flavio Flag, who last year had surprised us for elegance, passion and not least the security of a veteran, a person who brought his photography at a very high level. We appreciated a lot last year proposed teachings, ideas and especially the comparison with his photography where, despite the great differences of location or type of customers we reflected in full. This year instead of all this is unfortunately not happened, his talk of "panoramic" of Italy we liked limited because the images seen are also available on his blog, so even if the meaning of the opening of its space was "from the eye to the heart" for us it was not enough, because I could take hints and learn (or copy) any step without having to go up in RiccioneHe personally expected much more, even the background of which we spoke there are new, because we do the same job but we know well the problems that can happen.It almost seemed that should receive applause, however, are already payable as if the security of which he is the master sought among the audience of us present acclamandosi like a star. Another point to his disfavour was make us revise yet again 2 weddings already many and many times reflect where we couldn't tell whether the author is so fond of these or has no other material to suggest after a year because personally we humble human a season and another we put aside approximately 100,000 wedding shots ... definitely not all posts from a thousand and one nights. To wrap all this a video of backstage where Flavio and his team with a camper has photographed 2 weddings, even this part we could not give a reason aside from overt sponsorship of many photographic products and similar useful to process the media in his regard in order to acquire even more notoriety than what has already, and then the sad vision of relations between fellow 80 style where there is the protagonist in front of and behind the bag .... we own!!!! Has proof of this was the contest made the day before between the three protagonists of meeting Flag, Beckstead and Bambi, who has not brought us anything professionals except see different versions of beautiful work. We believe that these personalities in these events should bring added value to deliver an iota of their knowledge. After a mediocre meal to microwave style 4 star we're back in the room where we expected a great fictional world photography matrimonialista, David Backstead.
David we liked a person first simple that before you start joking and photographed amused the present, we have whetted expertly, told us a lot of personal things, it showed who is trying to teach us to convey this to our customers by showing us the most open possible basing the dialogue on tips ben balances and strong workable by everyone from the naturalness of things, one of the rules that I have tried most of all to send us is experiencing without fear of being wrong, try and try again without any fear, this theory has its strength by breaking the rules basics of photography and of marriage and mixing them together in beautiful photographs, but not only this but David showed us taught us to mix the two photographic styles that we love more marriage and fashionmelted in the collecting sensational architecture images around the globe, just so he knows photographers and moves along in name only test organizes fun and passion only for the sake of it. His words, "if not wrong to say that you're not doing anything new you're just doing the homework without experience or deepen" concept. David has conquered was sympathetic and comprehensive us of important points to think about but always with a veil of sympathy that made him again attractive at all. Finally we saw the intervention of Bambi another exceptional photographer but we can say little about her because, unfortunately, because of other commitments we couldn't hear, sorry we hope there will be another occasion because we believe strongly that his photography is level. Our day with Photosì is finished we thank this company for what he created and for the advice they can give us in addition to the support structure to improve our company, we were happy to have participated and we hope to be able to redo again next year because the comparison is the soul of our work ... and we hope we could have given some hint to optimize critical.

mercoledì 2 novembre 2011

Matrimonio Anna & Daniele 22 ottobre 2011


Clicca sull'immagine per vedere lo slide-show
Click on image to see the slide-show



Con Anna & Daniele abbiamo chiuso la nostra stagione di matrimonio, o meglio abbiamo chiuso la parte fotografica, perché comunque adesso ci dedicheremo agli album e anche alle nuove coppie.
Ringraziamo Anna & Daniele che ci hanno coinvolto nella loro festa ri..portandoci a Villa Mattioli, splendida location in provincia di Monza, esattamente a Lesmo (vicino al bellissimo autodromo).
E' stato un matrimonio all'insegna dell'eleganza ma contornata dalla semplicità di Anna & Daniele che ne sono stati i padroni, gli amici non si sono risparmiati sia nel aiutarli a confezionare una bellissima giornata sia nel preparagli un sacco di scherzi...ma basta scrivere lasciamo spazio alle nostre immagini cliccando sulla foto o leggendo il qr-code  potete vedere il nostro slide-show condividere con la nostra nuova coppia il loro giorno più bello....

With Anna & Daniele we closed our wedding season, we closed the photographic part, we will anyway because the album and also to new couples. We thank Anna & Daniele who have involved in their party ri ...bringing us to Villa Mattioli, splendid location in the province of Monza, exactly in Lesmo (close to the beautiful racetrack). It was a marriage of elegance but surrounded by the simplicity of Anna & Daniele who were the masters, the friends were not spared either help them to make a beautiful day and let a lot of jokes ... but just write leave space to our images by clicking on the picture or reading the qr-code you can see our slide show to share with our new couple their best day.